epub

E’ morto Monsignor Salvatore Nicolosi, Vescovo emerito di Noto | Siracusa News …

10 gennaio 2014

mons-_nicolosiSua Eccellenza Mons. Antonio Staglianò, i Vescovi emeriti Mons. Giuseppe Malandrino e Mons. Mariano Crociata, il Presbiterio, i Diaconi e il Seminario Vescovile, annunciano che stamane alle ore 6,00 di stamane, il Signore ha chiamato a sé nel giorno in cui la liturgia della Parola nella Celebrazione Eucaristica propone il suo motto episcopale: «questa è la nostra vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede» (1Gv 5,4) Mons. Salvatore Nicolosi, Vescovo emerito della nostra Diocesi,  all’età di 91 anni e 51 anni di episcopato.

Riconoscenti per i suoi 28 anni di ministero episcopale, prodigato con paterna sapienza a servizio della nostra Comunità Diocesana sulle orme del concilio Vaticano II, essendone stato padre conciliare, lo affidiamo alla misericordia di Dio Padre ed eleviamo la nostra corale preghiera di suffragio per la sua anima.

 Si invitano i fedeli a partecipare o a unirsi alla Veglia di preghiera sabato 11 gennaio alle ore 20,00 e alla Celebrazione Eucaristica di suffragio, concelebrata dagli Arcivescovi e Vescovi di Sicilia, insieme ai Presbiteri e Diaconi, lunedì 13 gennaio alle ore 16.00 nella medesima Cattedrale, dove da domani mattina verrà allestita la Camera ardente.

Sorgente: E’ morto Monsignor Salvatore Nicolosi, Vescovo emerito di Noto – Siracusa News


gazzettasud gazzettasud1


Mons. Salvatore Nicolosi dal cielo protegge la diocesi di Noto | Zenit – Italiano

Il vescovo emerito della diocesi siciliana è scomparso ieri all’età di 92 anni

I Vescovi della Sicilia il 23 aprile dello scorso anno si sono riuniti con il Cardinale Paolo Romeo nella cattedrale di Noto per festeggiare il 50° anniversario della consacrazione episcopale dell’amatissimo Vescovo emerito di Noto, Mons. Salvatore Nicolosi, consacrato vescovo il 21 aprile 1963 nel duomo di Catania , lunedì 13 gennaio ritornano nella città barocca per rendere l’estremo saluto al compianto Buon Pastore che all’età di 92 anni  (20 febbraio) raggiunge la patria del cielo.

“Victoria nostra fides” è stato il suo motto nello stemma episcopale ed ora, il Padre Vescovo purificato nel crogiuolo della sofferenza consegue la meritata palma di vittoria e dal cielo continua ad assistere la sua amata diocesi, avendo scelto di restare a Noto anche dopo aver cessato il servizio attivo. Ha accompagnato e guidato i Vescovi successori nella conduzione della diocesi, restando sempre in disparte ed i suoi consigli sono stati preziosi per il cammino di comunione che aveva tracciato nel corso del suo ministero pastorale.

Da giovane Vescovo ha partecipato al Concilio Ecumenico Vaticano II e alla luce del Concilio ha indirizzato il suo magistero pastorale prima nella Diocesi di Lipari per otto anni e poi a Noto per ben ventotto anni, (1970-1998) tracciando un solco fertile e ricco di copiosi frutti anche attraverso i 23 convegni ecclesiali, le visite e le lettere pastorali, due Sinodi diocesani e tante opere di rinnovamento e di attenzioni anche verso gli ultimi, come la casa di accoglienza per gli ammalati terminali nel segno di Madre Teresa di Calcutta.

In occasione del primo 25° di episcopato ha firmato un gemellaggio con la diocesi di Butembo-Beni nel Congo avviando una fruttuosa interazione missionaria tra le due diocesi.

Patriarca della fede e Padre conciliare ha guidato il suo popolo con saggezza e amorevolezza, restando tra la sua gente anche al termine del suo mandato.

“Il mio amore è per tutti voi in Cristo Gesù. Vi porto sempre tutti nel mio cuore”. Sono queste le parole affettuose pronunziate al termine della solenne concelebrazione con la partecipazione dell’intera Conferenza Episcopale Siciliana ed ancora una volta la voce vibrante e calda di Mons, Nicolosi ha risuonato nella sua Cattedrale, ricostruita dopo il tragico crollo della cupola, rinnovando a tutti i suoi fedeli l’invito ad essere “via del Vangelo, che deve essere accolto con fiducia e irradiato con la vita”.

I Vescovi che l’hanno succeduto in Diocesi: Mons. Giuseppe  Malandrino, Mons. Mariano Crociata, e l’attuale Mons. Antonio Staglianò si sono stretti a Lui nella fervida preghiera e nella veglia di suffragio accanto alla sacra Urna di San Corrado, patrono e protettore della Diocesi.

Uno stuolo di fedeli provenienti da ogni parte della Diocesi, da Catania e Pedara sua città natale, da Lipari, sua prima diocesi, ha reso omaggio al Padre Vescovo, sempre affabile e presente nella vita e nella storia di quanti hanno avuto la fortuna di incontrarlo nel cammino.

Ricordo con particolare emozione il paterno ed affettuoso abbraccio durante la celebrazione del  Matrimonio ed il regalo di nozze, un busto in bronzo di Gesù, mi è stato sempre vicino segno di una presenza vigile e paterna nella nostra vita familiare e professionale.

Anche il vescovo congolese Mons.Melchisedech  Sikuli Paluku, della diocesi  “gemella” di  Butempo-Beni   ha reso omaggio al Padre Vescovo che ha accolto in affiliazione e gemellaggio i fedeli di un Paese lontano.

La dimensione missionaria e conciliare di Mons. Nicolosi l’ha reso Padre e Guida del popolo in cammino ed il costante richiamo alla “comunione” è stato un magistrale insegnamento che ha plasmato le nuove generazioni del clero e dei fedeli.

Ora dal cielo continua ad assistere il suo popolo con la sua paterna bontà di pastore che porta addosso le sue pecorelle. E’ stata questa, infatti, l’immaginetta ricordo del suo 50° di consacrazione episcopale e da Buon Pastore che ama e conosce le sue pecorelle, le chiama per nome li conduce ai verdi pascoli della speranza sul sentiero della fede.

Insieme alla Madonna, venerata come”Scala del Paradiso” e a San Corrado Confalonieri, ora la diocesi di Noto ha in Mons. Nicolosi un nuovo protettore ed una nuova stella brilla sul “giardino di pietra” e  nel cielo della città barocca.

Sorgente: Mons. Salvatore Nicolosi dal cielo protegge la diocesi di Noto – ZENIT – Italiano


Morto Vescovo emerito di Noto Mons. Nicolosi | Corriere di Ragusa

MODICA – 10/01/2014
Attualità – Aveva 92 anni e per 28 aveva diretto la diocesi netina

Originario di Pedara (Catania), monsignor Nicolosi fu ordinato sacerdote il 22 ottobre 1944

Foto Corrierediragusa.it

E´ morto stamani il Vescovo emerito di Noto, monsignor Salvatore Nicolosi. Aveva 92 anni e per 28 aveva diretto la diocesi netina: fu nominato il 27 giugno 1970 da Papa Paolo VI. Originario di Pedara (Catania), monsignor Nicolosi fu ordinato sacerdote il 22 ottobre 1944, mentre, il 21 marzo 1963 Papa Giovanni XXIII lo nominò vescovo di Lipari e dopo sette anni si trasferì a Noto dove è rimasto sino al compimento del suo ministero episcopale. Il Vescovo di Noto Sua Eccellenza Mons. Antonio Staglianò, i Vescovi emeriti Mons. Giuseppe Malandrino e Mons. Mariano Crociata, il Presbiterio, i Diaconi e il Seminario Vescovile invitano i fedeli a partecipare o a unirsi alla Veglia di preghiera domani alle 20 e alla Celebrazione Eucaristica di suffragio, concelebrata dagli Arcivescovi e Vescovi di Sicilia, insieme ai Presbiteri e Diaconi, lunedì prossimo alle 16 sempre in Cattedrale, dove da domani mattina sarà allestita la camera ardente.

IL RICORDO DELLA CARITAS DIOCESANA DI NOTO
Abbiamo stamani appreso con grande commozione la notizia della dipartita di Mons. Salvatore Nicolosi, Padre Conciliare e per ventotto anni Vescovo di Noto. Un Padre! – è l’espressione più ricorrente con cui si sta esprimendo la riconoscenza e la consapevolezza di quanto grande è stato il suo episcopato, nell’impegno ad attuare il Concilio Vaticano II ma anche nello stile umano ed evangelico con cui ha aiutato la crescita non solo della Chiesa di Noto ma anche di questo territorio e di tante persone. Uno stile che univa autorevolezza e affabilità, un’eredità preziosa ricca di tante opere (non ultima la Fondazione Madre Teresa da lui voluta per i malati, ma non possiamo dimenticare la forte convinzione con cui appoggiò l’inizio della Casa don Puglisi a Modica in tempi difficili e tante alte opere di carità in tutti i Comuni della diocesi). Soprattutto, ha testimoniato ciò che oggi occorre di più: una autentica paternità, un servizio al Vangelo svolto con quella libertà e freschezza che ammiriamo in papa Francesco e che tante volte abbiamo potuto riscontrare in Mons. Nicolosi.

Ora insieme a tutta la Chiesa di Noto e a tanti uomini e donne di buona volontà che lo rimpiangono, lo affidiamo alla misericordia del Signore in cui ha tanto confidato. E ci impegniamo a custodire e ad attuare il suo costante e convinto invito a fare della «carità il cuore pulsante della testimonianza», come ebbe a dire nella lettera conclusiva del Secondo Sinodo diocesano. Sinodo da lui fortemente voluto per «riscoprire Gesù lungo le strade della vita», ricordando che la Chiesa è comunione, che è fatta da tutti i battezzati ed è chiamata a guardare con simpatia ogni uomo e cercare con tutti la pace e la giustizia.

Maurilio Assenza
Direttore Caritas diocesana di Noto

Sorgente: Corriere di Ragusa .it – MODICA – Morto Vescovo emerito di Noto Mons. Nicolosi


È morto Monsignor Salvatore Nicolosi | Ragusa  h24

— di admin Per 28 anni è stato Vescovo di Noto. 10.01.2014 • 12:33

4301-g

Si è spento uno degli ultimi padri conciliari viventi. Monsignor Salvatore Nicolosi, per 28 anni vescovo della diocesi di Noto, è morto questa mattina, alle 6. A darne la notizia il vescovo di Noto, Antonio Staglianò, insieme agli emeriti, Giuseppe Malandrino e Mariano Crociata. Il presule avrebbe compiuto 92 anni il mese prossimo. Pastore attento e premuroso, di salda dottrina, ma anche con grandi doti pastorali, monsignor Nicolosi guidò con sapienza la diocesi di Noto che comprende anche quattro comuni iblei: Modica, Scicli, Ispica e Pozzallo. “Riconoscenti per i suoi 28 anni di ministero episcopale, prodigato con paterna sapienza a servizio della nostra Comunità Diocesana sulle orme del concilio Vaticano II, essendone stato padre conciliare, lo affidiamo – affermano monsignor Staglianò ed i vescovi emeriti – alla misericordia di Dio Padre ed eleviamo la nostra corale preghiera di su裳ragio per la sua anima”. Sabato alle 20 sarà celebrata una veglia di preghiera. I solenni funerali saranno celebrati lunedì, alle 16, nella Cattedrale di Noto dove verrà allestita, sabato mattina, la camera ardente. Monsignor Nicolosi era nato a Pedara il 20 febbraio del 1922. Ordinato sacerdote bel 1944, a 41 anni venne eletto vescovo di Lipari. Nel 1970 venne trasferito a Noto, dove rimase per 28 anni. Momento forte del suo lungo episcopato è stata la dettagliata Visita Pastorale alla Diocesi. Tra le tante realizzazioni pastorali, due storiche per la Chiesa netina sono state il gemellaggio con la giovane Diocesi di Butembo-Beni (Repubblica Democratica del Congo) siglato solennemente nella Cattedrale di Noto il 21 aprile 1988, in occasione del XXV della sua Consacrazione episcopale, e la celebrazione del secondo Sinodo diocesano (1995-1996). Nel mese di aprile aveva celebrato i 50 anni di ordinazione episcopale a Noto. In quell’occasione, a Noto si erano radunati gli arcivescovi e vescovi di Sicilia. Monsignor Nicolosi ha lasciato una lettera. “C’è una bella coincidenza: siamo anche nel cinquantesimo anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II, durante il quale – scrive Mons. Nicolosi – papa Giovanni XXIII mi ha nominato vescovo. Ho sempre pensato il Concilio come una grazia unica, che ha segnato il mio episcopato e che ha permesso a noi e a tutti gli uomini una comprensione più autentica della vita e della missione della Chiesa. Abbiamo meglio capito che il Signore va incontrato e riconosciuto nelle Scritture, nell’Eucaristia, nei poveri e nella comunione fraterna. Ci siamo pensati come popolo di Dio chiamato ad «annunciare le meraviglie del suo amore» e ci siamo aperti al dialogo con tutti gli uomini, guardando il mondo con amicizia e simpatia. Per questo ho voluto il secondo Sinodo diocesano”. E già in quell’occasione, ripeteva: “Ora io guardo al mistero della vita eterna! Vi ringrazio ancora dell’affetto… Vi chiedo perdono di ogni mancanza di amore e attendo che la mia esistenza si compia nell’abbraccio del Padre, ricco di misericordia e di perdono. Sempre tutti vi porto nel mio cuore, sempre vi ricordo nella preghiera. Grazie!”. Deciso fu il suo intervento contro la Grande Opera di Maria, dalla quale mise in guardia sacerdoti e fedeli. Nel 1988 emanò un “editto” nel quale chiaramente spiegava che l’organizzazione era al di fuori della Chiesa Cattolica. Orientamento poi confermato dai suoi successori.

Sorgente: È morto Monsignor Salvatore Nicolosi – Cronaca, Modica – Ragusah24.it notizie e news dalla provincia di Ragusa – Notizie dai comuni di Ragusa, Modica, Scicli, Vittoria, Comiso, Pozzallo


inserito da il 10 gennaio 2014 at 12:56

E’ morto Mons. Salvatore Nicolosi | novetv

E’ morto stamattina, alle ore 6, Mons. Salvatore Nicolosi, Vescovo emerito della Diocesi di Noto, 91 anni e 51 anni di episcopato.

A dare l’annuncio il vescovo di Noto S.E. Mons. Antonio Staglianò, i Vescovi emeriti Mons. Giuseppe Malandrino e Mons. Mariano Crociata, il Presbiterio, i Diaconi e  il Seminario Vescovile.

Riconoscenti per i suoi 28 anni di ministero episcopale, prodigato con paterna sapienza a servizio della nostra Comunità Diocesana sulle orme del concilio Vaticano II, essendone stato padre conciliare, lo affidiamo alla misericordia di Dio Padre ed eleviamo la nostra corale preghiera di suffragio per la sua anima.

La Veglia di preghiera domani, sabato 11 gennaio alle ore 20,00. La celebrazione Eucaristica di suffragio, concelebrata dagli Arcivescovi e Vescovi di Sicilia, insieme ai Presbiteri e Diaconi, lunedì 13 gennaio alle ore 16.00 nella Cattedrale di Noto, dove da domani mattina verrà allestita la Camera ardente.

Biografia di Mons. Salvatore Nicolosi 

Nato a Pedara (Catania) il 20/2/1922, viene ordinato sacerdote il 22/10/ 1944; Vescovo di Lipari il 25/3/1963; consacrato Vescovo il 21/4/1963 viene trasferito dal Papa Paolo VI alla sede vescovile di Noto il 27/6/1970. Entra ufficialmente a Noto il 28/8/1970. Ha guidato la Diocesi per 28 anni.

Ha promosso e condotto con determinazione e lungimiranza l’attuazione del Concilio Vaticano II, a cui partecipò da giovane Vescovo. È stato convinto assertore nel coinvolgimento attivo e responsabile dei laici.

Momento forte del suo lungo episcopato è stata la dettagliata Visita Pastorale alla Diocesi. Tra le tante realizzazioni pastorali, due storiche per la Chiesa netina sono state il gemellaggio con la giovane Diocesi di Butembo-Beni (Repubblica Democratica del Congo) siglato solennemente nella Cattedrale di Noto il 21 aprile 1988, in occasione del XXV della sua Consacrazione episcopale, e la celebrazione del secondo Sinodo diocesano (1995-1996).

Presentate le dimissioni per raggiunti limiti di età il 15/4/1997, S.S. il Papa Giovanni Paolo II lo nomina Amministratore Apostolico della Diocesi ad interim con Lettera del 19/6/1998. È divenuto Vescovo emerito il 19/6/1998. Sceglie di rimanere a Noto. Il 21 aprile 2013 alla presenza dei Vescovi di Sicilia ha celebrato nella Cattedrale di Noto il 60° anniversario episcopale.

Sorgente: E’ morto Mons. Salvatore Nicolosi


Noto: Mons. Salvatore Nicolosi, torna alla Casa del Padre | Giornale Siracusa

Pubblicato sabato, 11 gennaio 2014 da Giornale Siracusa.

mons-salvatore-nicolosi-317x400

Notizie Siracusa: ieri mattina alle ore 6.00 Mons. Salvatore Nicolosi, VIII Vescovo Emerito  di Noto è tornato alla casa del Padre. A darne l’annuncio il Vescovo Mons. Antonio Staglianò, Mons. Melchisedec Sikuli, Vescovo di Butembo-Beni, i vescovi emeriti Mons. Mariano Crociata e Mons. Giuseppe Malandrino nonché il Presbiterio e il Seminario Vescovile.

Mons. Nicolosi partecipò ai lavori del Concilio Ecumenico Vaticano II e volle fortemente il gemellaggio con la giovane Diocesi di Butembo – Beni nella Repubblica Democratica del Congo. Stasera, in Cattedrale, alle ore 21.00 sarà celebrata una veglia di preghiera, mentre lunedì 13 alle ore 16.00 verranno celebrati i solenni funerali alla presenza degli Arcivescovi e Vescovi di Sicilia. Invece per tutti i fedeli che vogliono dare l’ultimo saluto al Vescovo Salvatore, da domani verrà allestita, sempre in Cattedrale, la camera ardente.

Sorgente: Noto: Mons. Salvatore Nicolosi, torna alla Casa del Padre – Giornale Siracusa


E’ morto monsignor Salvatore Nicolosi ex Vescovo di Lipari | La Provincia Messina

Pubblicato Venerdì, 10 Gennaio 2014 13:32Scritto da RedazioneVisite: 651

monsignor_noto

È morto stamani il vescovo emerito di Noto, monsignor Salvatore Nicolosi. Aveva 92 anni e per 28 aveva diretto la diocesi netina: fu nominato il 27 giugno 1970 da Papa Paolo VI. Originario di Pedara, nel catanese, monsignor Nicolosi fu ordinato sacerdote il 22 ottobre 1944, mentre, il 21 marzo 1963 Papa Giovanni XXIII lo nominò vescovo di Lipari e dopo sette anni si trasferì a Noto dove è rimasto sino al compimento del suo ministero episcopale.


 

 

È morto il vescovo emerito di Noto Monsignor Salvatore Nicolosi aveva 92 anni | Si24

A nominarlo fu Papa Giovanni XXIII  di .

monsignor_noto

È morto questa mattina il vescovo emerito di noto monsignor Salvatore Nicolosi.  Aveva 92 anni e per 28 aveva diretto la diocesi netina: fu nominato il 27 giugno 1970 da Papa Paolo VI.

Originario di Pedara, provincia di Catania, monsignor Nicolosi fu ordinato sacerdote il 22 ottobre 1944, mentre, il 21 marzo 1963 Papa Giovanni XXIII lo nominò vescovo di Lipari e dopo sette anni si trasferì a Noto dove è rimasto sino al compimento del suo ministero episcopale.


 

 

E’ deceduto monsignor Salvatore Nicolosi. Era stato Vescovo di Lipari. Il ricordo | Il Notiziario delle Isole Eolie

Personaggi Eoliani

di Peppino Mirabito

Stamane alle ore 6,30 è morto presso la sua abitazione a Noto, Monsignor Salvatore Nicolosi, Vescovo emerito di Noto. Ricordiamo che Monsignor Nicolosi è stato anche Vescovo di Lipari dal 1963 agli inizi degli anni 70.

IL RICORDO. di Pino Portelli: Tanta sarà la gratitudine, ma soprattutto indelebile il mio ricordo affettuoso per un grande Vescovo, formatore nella fede e nella vita cristiana. Di alto profilo spirituale, la sua è stata una vita di preghiera e studio….che ben ha saputo costruire e ramificare nella sua vasta diocesi di Noto….Grazie per tutto Eccellenza Salvatore Nicolosi.

mons-salvatore-nicolosi-317x400

Sorgente: E’ deceduto monsignor Salvatore Nicolosi. Era stato Vescovo di Lipari. Il ricordo – Notiziario delle Isole Eolie Lipari Notizie Eolie Lipari – # Eolie news


insulare insulare1 insulare2


Un grave lutto ha colpito la Città e la diocesi di Noto: è morto il Vescovo emerito, monsignor Salvatore Nicolosi | Cetty Amenta

nicolosi_foto2Profondo cordoglio della Diocesi per la scomparsa del vescovo emerito Salvatore Nicolosi. Fedeli provenienti da tutta la Diocesi, si recano in Cattedrale, nella camera ardente allestita nella cappella di San Corrado, per rendergli l’estremo saluto.

A officiare la celebrazione eucaristica di suffragio, il 13 gennaio 2013 alle ore 16,00, oltre al vescovo Antonio Staglianò, ci saranno gli arcivescovi ed i vescovi di Sicilia, i presbiteri e i diaconi.

Nicolosi era un uomo di fede, studioso e fine intellettuale e lascia un buon ricordo nella comunità netina e diocesana. Tutti lo ricordano con particolare affetto per l’impegno profuso, che ha dato luogo negli anni d’episcopato, al gemellaggio con la giovane Diocesi di Butembo-Beni nel Congo, alla capillare visita pastorale diocesana e alla celebrazione del secondo Sinodo.

img_20140112_175800Non tutto però è stato “rose e fiori” per Monsignor Nicolosi che ha dovuto assistere dalla finestra della sua camera, nel Vescovato, allo spettacolo apocalittico del crollo della Cattedrale. Incurante del boato e della polvere che si alzava dalla ferita aperta della chiesa, accorse subito. Il periodo che seguì non fu certo facile. La magistratura aprì un’inchiesta per appurare se vi fossero eventuali responsabilità, inoltre ulteriori amarezze derivavano dall’incertezza legata ai tempi e ai fondi necessari per la ricostruzione. Fu con un certo sollievo che, dimessosi per sopraggiunti limiti d’età, passò il testimone a monsignor Giuseppe Malandrino il quale ha assolto egregiamente il suo incarico.

io-e-nicolosi   nicolosi-e-tringali

Anche da vescovo emerito però monsignor Nicolosi è stato sempre membro attivo della comunità e finché le condizioni di salute glielo hanno consentito ha presieduto, a fianco del vescovo Crociata prima e del vescovo Staglianò dopo, a tutte le solenni celebrazioni liturgiche. Il sindaco di Noto Corrado Bonfanti lo ricorda con commozione.“In me è vivo il suo perenne sorrisoche dava forza ai dubbiosi e calore umano a chi si accostava alla fede. Monsignor Nicolosi – aggiuge – arrivò nella nostra Diocesi, in un periodo difficilissimo di trapasso epocale e gli toccò gestire quel periodo ricco di fermenti ma anche di confusione e, dunque, di angosce.
E’ stato un punto di riferimento costante per credenti e non credenti. La sua presenza amorevole è stata una grazia, non solo in eventi della vita ecclesiale, ma anche in certi passaggi traumatici della vita sociale. Fu vicino ai lavoratori in sofferenza per il posto di lavoro e alle problematiche sociali della diocesi”.
Il mio ricordo personale.
Monsignor Nicolosi mi salutava sempre sorridendo. <<Ecco, la nostra brava giornalista>>. Una volta, dopo il crollo della cattedrale, era un periodo difficile di indagini della magistratura, non gradì un pezzo che avevo scritto, per la verità molto ben fatto nel quale riportavo fedelmente le dichiarazioni di alcuni consiglieri comunali. Incontratami nella chiesa del Collegio, dopo la funzione, alla frase alla quale mi aveva abituato aggiunse gelido: “Ecco, la nostra brava giornalista … che non dovrebbe scrivere certe cose”. Io mi stupii non poco, conoscendo soprattutto il suo self control e gli risposi che facevo soltanto il mio lavoro con onestà e obiettività. Per un po’ ci evitammo. Ci rivedemmo a un convegno e monsignor Nicolosi, oramai vescovo emerito, mi si avvicinò sorridendomi e salutandomi con la solita frase: “Ecco, la nostra brava giornalista”. L’ascia di guerra era stata sotterrata definitivamente ed io ne fui felice.
Noto 12 gennaio 2013Sorgente: Cetty Amenta


modicamodica1


LUTTO NELLA CHIESA NETINA: E’ MORTO MONSIGNOR NICOLOSI | Telenova Ragusa

10/01/2014 – Chiesa

LUTTO NELLA CHIESA NETINA: E’ MORTO MONSIGNOR NICOLOSI

162-400x266E’ morto, alle 6 di venerdì, monsignor Salvatore Nicolosi, vescovo emerito della diocesi di Noto. A darne l’annuncio il vescovo attuale, monsihnot Antonio Staglianò, i vescovi emeriti Giuseppe Malandrino e Mariano Crociata, il Presbiterio, i Diaconi e il Seminario Vescovile. Il presule, aveva 91 anni. Era uno degli ultimi vescovi ancora in vita tra quanti hanno preso parte al Concilio Vaticano II. “Riconoscenti per i suoi 28 anni di ministero episcopale, prodigato con paterna sapienza a servizio della nostra Comunità Diocesana sulle orme del concilio Vaticano II, essendone stato padre conciliare, lo affidiamo – affermano monsignor Staglianò ed i vescovi emeriti – alla misericordia di Dio Padre ed eleviamo la nostra corale preghiera di suffragio per la sua anima”. Sabato alle 20 sarà celebrata una veglia di preghiera. I solenni funerali saranno celebrati lunedì, alle 16, nella Cattedrale di Noto dove verrà allestita, sabato mattina, la camera ardente. Monsignor Nicolosi era nato a Pedara il 20 febbraio del 1922. Ordinato sacerdote bel 1944, a 41 anni venne eletto vescovo di Lipari. Nel 1970 venne trasferito a Noto, dove rimase per 28 anni. Momento forte del suo lungo episcopato è stata la dettagliata Visita Pastorale alla Diocesi. Tra le tante realizzazioni pastorali, due storiche per la Chiesa netina sono state il gemellaggio con la giovane Diocesi di Butembo-Beni (Repubblica Democratica del Congo) siglato solennemente nella Cattedrale di Noto il 21 aprile 1988, in occasione del XXV della sua Consacrazione episcopale, e la celebrazione del secondo Sinodo diocesano (1995-1996). Nel mese di aprile aveva celebrato i 50 anni di ordinazione episcopale a Noto.

Sorgente: LUTTO NELLA CHIESA NETINA: E’ MORTO MONSIGNOR NICOLOSI | Telenova Ragusa


vipvip1vip2vip3


Personaggi che non ci sono più: Monsignor Nicolosi e Padre Agostino da Giardini | Eolie news

sabato 11 gennaio 2014

1382040_629855010389022_962821197_n

Anno 1968: Prima comunione nella chiesa di Porto Salvo. Il Vescovo Mons. Salvatore Nicolosi (deceduto ieri) porge la Comunione ad Immacolata Lo Presti.
Accanto a lui il compianto Padre Agostino da Giardini. Grazie ad Immacolata Lo Presti per averci concesso questa foto

Sorgente: Eolie news: Personaggi che non ci sono più: Monsignor Nicolosi e Padre Agostino da Giardini


Noto, addio al vescovo emerito Salvatore Nicolosi | Giornale di Sicilia

10 Gennaio 2014

mons-salvatore-nicolosi-317x400

RAGUSA. E’ morto stamani il vescovo emerito di Noto, monsignor Salvatore Nicolosi. Aveva 92 anni e per 28 aveva diretto la diocesi netina: fu nominato il 27 giugno 1970 da Papa Paolo VI. Originario di Pedara (Catania), monsignor Nicolosi fu ordinato sacerdote il 22 ottobre 1944, mentre, il 21 marzo 1963 Papa Giovanni XXIII lo nominò vescovo di Lipari e dopo sette anni si trasferì a Noto dove è rimasto sino al compimento del suo ministero episcopale.

Sorgente: Noto, addio al vescovo emerito Salvatore Nicolosi – Giornale di Sicilia

0 commenti su “E’ morto Monsignor Salvatore Nicolosi, Vescovo emerito di Noto | Siracusa News …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: