epub

Dalla Sicilia al Brasile, la Chiesa di mons. Migliore | Da Porta Sant’Anna

DALLA SICILIA AL BRASILE, LA CHIESA DI MONS. MIGLIORE

 | 28 novembre, 2013 at 18:39

Incontrare Mons. Antonino Migliore, Vescovo di una Diocesi grande 50 mila km2 nel cuore del Mato Grosso brasiliano, è sempre un momento straordinario, a mio giudizio ideale per ben comprendere i nuovi fermenti che attraversano la Chiesa in Brasile.

Mons. Migliore, sacerdote dal 1969 e Vescovo dal 2000, proviene da Serradifalco, un piccolo paese della provincia di Caltanissetta, nel cuore della Sicilia. Il Brasile lo conosce bene, oltre che per essere Vescovo li da ormai 13 anni, anche per esserci già vissuto, come missionario, negli anni ’80.

Rimango colpito, ogni volta, dal suo racconto della “visita pastorale permanente”, la sua personalissima visita ai luoghi e alle persone della sua diocesi che non ha una data di inizio ed una di fine ma che, proprio per la vastità del territorio della Diocesi e dei mezzi di collegamento non sempre agevoli, è continua. Seguo i racconti di quelle parrocchie così lontane e impervie, grandi anche 5 mila km2, dove i parroci vi si recano quando possono, generalmente una volta al mese. Mi incanta raccontandomi la fede della sua gente e di come, anche alla luce dei recenti eventi, questa si sta trasformando.

Il mese scorso, approfittando di un impegno in Vaticano, il Vescovo Migliore si è concesso qualche giorno di vacanza in Italia, approfittando dell’occasione per incontrare il Santo Padre Francesco. Ecco il suo racconto.

D: Mons. Migliore, il suo motto episcopale è “Euntes in mundum universum”, andate in tutto il mondo. Da un piccolo paese dell’entroterra siciliano al cuore del Brasile. Quale sono state le tappe principali, nel tempo, della sua vocazione missionaria?

“Quando nell’aprile del 2000, a Roma mi hanno fatto la proposta di essere vescovo in Brasile, non mi é stato difficile scegliere il motto episcopale. Dal 1986 mi trovavo in Brasile, in Mato Grosso, come missionario “fidei donum”, ovvero missionari non religiosi, ma diocesani. Fino al 1957, per essere missionario, infatti, bisognava essere religioso. Nel seminario di Caltanissetta avevamo un compagno …

 

Sorgente: Dalla Sicilia al Brasile, la Chiesa di mons.Migliore | Da Porta Sant’Anna

0 commenti su “Dalla Sicilia al Brasile, la Chiesa di mons. Migliore | Da Porta Sant’Anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: