epub

Giubileo della Diocesi: in 3000 ai piedi della Cattedrale (Video e Immagini) | L’Amico del Popolo

Scritto da 

rra

Tre mila fedeli ai piedi della Cattedrale di Agrigento non si vedevano dai tempi della visita di Papa Giovanni Paolo II. L’occasione per rivedere la chiesa agrigentina ai piedi della sua “mamma” malata è stata la celebrazione del Giubileo diocesano che ha visto accorrere fedeli provenienti da tutta la diocesi. Con una processione che si è snodata da piazza Vittorio Emanuele salendo per la via Gioeni e la via Plebis Rea, tra canti e preghiere si ci è ritrovati in piazza Bibbiria per un momento penitenziale a cui è seguito l’attraversamento della Porta Santa. Una porta un po’ atipica rispetto a quelle che in questi mesi sono state aperte e varcate. Una porta non all’interno di una chiesa ma per strada, una porta doppiamente simbolica: dal suo passaggio si giunge alla Cattedrale di Agrigento chiusa da cinque anni per questioni di sicurezza dovuta alla fragilità del pendio su cui poggia e dal suo passaggio si mette in evidenza il nostro essere chiesa in uscita che abita le strade ed i luoghi del vivere quotidiano portando il messaggio di un mondo diverso fondato sull’amore.

Ad accogliere i fedeli il coro diocesano in una piazza don Minzoni parata a festa ed una via Duomo mai vista senza auto. Una celebrazione eucaristica in cui affidandosi alla Madonna la Chiesa agrigentina ha ancora una volta accolto le parole dell’Arcivescovo, card.Francesco Montenegro, che risuonano come un invito a non avere paura, ad avere coraggio; sono un invito a laici, sacerdoti, diaconi, religiosi e religiose ad essere chiesa sempre più in uscita. Con il sole che tramontava dietro il Seminario vescovile ai piedi di una Cattedrale la cui facciata, al sole del tramonto, assumeva riflessi dorati, la chiesa che è in Agrigento ha voluto chiedere misericordia al Padre per i giorni a venire e manifestare tutta la propria vicinanza alla Chiesa Madre della Diocesi.

IL VIDEO DEL PASSAGGIO DELLA PORTA SANTA ALLESTITA PER STRADA

IL VIDEO INTEGRALE DEL GIUBILEO

Il testo dell’omelia pronunciata dall’Arcivescovo, Francesco Montenegro (guarda il video)

55

Tra i segni del Giubileo l’apertura della Porta Santa ha un fortissimo valore simbolico ed evocativo.
Nell’Antico Testamento la porta del Tempio di Gerusalemme era la soglia da varcare per lasciare lo spazio profano del mondo ed entrare nello spazio in cui si manifesta la presenza di Dio.
Nel Nuovo Testamento Cristo stesso è la porta che consente l’accesso al Padre. Lui, volto della misericordia di Dio, è venuto a cercare chi era perduto per ricondurre tutti nella casa del Padre. Ha sconfitto definitivamente le porte dell’inferno, che non potranno mai prevalere sulla Chiesa nata dalla Croce e dal dono dello Spirito a Pentecoste.
Cristo alla Chiesa ha affidato il “potere delle chiavi”, il potere cioè di aprire e chiudere le porte della salvezza. Il Suo è un invito, anzi un comando, perché pensiamo e amiamo con la mente e il cuore di Dio, che vuole che tutti gli uomini siano salvi. Affidando agli apostoli il potere di legare e sciogliere, Cristo non li ha costituiti giudici della giustizia umana che dà a ciascuno secondo le proprie opere, ma li ha resi partecipi della misericordia di Dio che dà più di quanto possiamo sperare e immaginare.
Oggi facendo il Giubileo della Diocesi, celebriamo – pur se con qualche giorno di ritardo – la Festa della Dedicazione della Cattedrale, ci ritroviamo davanti a un segno apparentemente contraddittorio: la porta chiusa della nostra Chiesa Madre, posta su una collina che vacilla.
Leggo questo segno alla luce della riflessione che come Chiesa Italiana – e, noi, come Chiesa Agrigentina – stiamo portando avanti in questo tempo di profondi cambiamenti culturali, sociali ed ecclesiali. Raccogliendo la spinta di Papa Francesco, dei due Sinodi sulla famiglia, del Convegno Ecclesiale di Firenze, dei fermenti di rinnovamento emersi dal confronto diocesano, sento di dire a me e a ciascuno di voi due cose, che desidero che consideriate come le due consegne del Giubileo che stiamo celebrando.
La prima. Come può vacillare la collina sulla quale la nostra Cattedrale è costruita, così …

[…]

Galleria immagini

Sorgente: Giubileo della Diocesi: in 3000 ai piedi della Cattedrale (Video e Immagini)

Annunci

0 commenti su “Giubileo della Diocesi: in 3000 ai piedi della Cattedrale (Video e Immagini) | L’Amico del Popolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: