Cultura Latest

Messina verso la Settimana Sociale dei Cattolici che si terrà a Cagliari | tgME

5 giugno 2017

Venerdì 9 giugno alle ore 17 nel Salone dell’Azione Cattolica (Via I settembre 117, Messina) ci sarà la  presentazione del contributo della Diocesi alla 48^ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia che si terrà dal 26 al 29 ottobre a Cagliari dal tema: “Il lavoro che vogliamo: libero, creativo, partecipativo e solidale (Evangelii gaudium 192)”.

Alla presenza dell’Arcivescovo, S.E. Mons. Giovanni Accolla e del direttore dell’Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro, Mons. Fabiano Longoni, don Sergio Siracusano presenterà il risultato del percorso svolto dall’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro insieme alla rete di associazioni e movimenti della Commissione diocesana di Pastorale Sociale (Acli – Agesci – Azione Cattolica – Comitato AddioPizzo Messina – Comunità di S. Egidio – Confartigianato – Confcooperative – Masci -Mcl – Presidio di Libera – Ucid) ed alle associazioni imprenditoriali, sindacali e datorili (Cisl, Cgil, Uil, Cna, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria). I “Cercatori di LavOro” sono stati inviati a cercare e raccogliere le “buone pratiche” presenti nel territorio che già oggi creano nuove occasioni di lavoro.

Saranno presentate anche le sintesi dei Laboratori Territoriali di Pastorale Sociale vissuti al Cep, a S. Matteo e a S. Caterina, e verranno mostrate le attività realizzate dal Progetto Policoro in particolare attraverso la Fiera delle Idee.

Sorgente: Messina verso la Settimana Sociale dei Cattolici che si terrà a Cagliari – tgME

settimana-sociale-cagliari

 


 

La “Fiera delle idee” scommette sul territorio | ilcittadinodimessina.it

venerdì 7 aprile 2017 – Cristina D’Arrigo

Si possono presentare le idee compilando l’apposito form fino al 21 maggio 2017

La “Fiera delle idee” scommette sul territorio

fiera-delle-idee-messinaThomas Edison diceva che “il valore di un’idea sta nel metterla in pratica”. L’Arcidiocesi di Messina – Lipari – S. Lucia del Mela, attraverso il Progetto Policoro, da ai giovani la possibilità di realizzare un progetto di impresa grazie alla “Fiera delle Idee”.
Una manifestazione, che forte del risultato ottenuto lo scorso anno con ben 13 idee presentate e 9 premiate, si ripresenta alla città piena di novità. Tutti i dettagli della seconda edizione sono stati presentati questa mattina in conferenza stampa presso la Cappella di S. Maria all’Arcivescovado da don Sergio Siracusano, direttore dell’Ufficio per i problemi sociali e il lavoro e tutor del Progetto Policoro, Francesco Lo Re, in rappresentanza dell’Ufficio Pastorale Giovanile, don Giuseppe Brancato, direttore Caritas Diocesana di Messina e Salvatore Forestieri, Animatore di Comunità del Progetto Policoro.
L’evento, curato dalla Caritas diocesana, dalla Pastorale giovanile e dall’Ufficio per i problemi sociali e il lavoro, è realizzato in partenariato con il Comitato Addiopizzo e l’adesione dell’intera filiera (Acli, Agesci, Cisl, Confartigianato, Confcooperative, Mcl e Ucid).
Per la seconda edizione è previsto il supporto tecnico di GarHub114 coworking – cultura – servizi e di Sistemia Creative Business Solution.
Una manifestazione che spera di rintracciare nel territorio idee che possano diventare “buone pratiche” da accompagnare in un percorso di formazione e attuazione in linea con il cammino verso la Settimana Sociale dei Cattolici che si terrà a Cagliari (26-29 ottobre 2017) dal tema: “Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale”.

Don Sergio Siracusano, direttore dell’Ufficio per i problemi sociali e il lavoro e tutor del Progetto Policoro, ha introdotto il progetto affermando che: “i nostri vescovi italiani nel messaggio finale rivolto ai giovani in occasione della Sessione primaverile della Conferenza Episcopale Siciliana a conclusione del convegno delle Conferenze Episcopali del Sud “Chiesa e lavoro. Quale futuro per i giovani del Sud” hanno sottolineato che: “Conosciamo il disagio di molti giovani che vivono in un contesto sociale che non favorisce l’inserimento nel mondo del lavoro e non offre prospettive incoraggianti. Vogliamo dare loro atto che in un momento di diffusa crisi sociale non si sono arresi e hanno cercato di inventarsi nuove strade. Siamo convinti che far leva sui giovani sia un atto di lucidità politica, al quale non si vorranno e non si dovranno sottrarre le istituzioni centrali e regionali, deputate a creare le condizioni per incrementare l’occupazione al Sud. Oggi più che domani.”

La Fiera prevede tre importanti step:

1) le idee, sul modello dell’economia civile (caratterizzate dal connubio “territorio e dimensione sociale”), possono essere presentate da giovani nella fascia di età 18-35 anni, entro e non oltre il 21 maggio 2017 compilando il form disponibile al seguente link: https://sites.google.com/site/fieradelleidee2017/. Oppure consultando il sito: www.diocesimessina.it.

2) tutte le idee saranno proposte alla città nel mese di Giugno 2017 nei Chiostri dell’Arcivescovado indipendentemente dal loro stadio di sviluppo.

3) tra settembre e ottobre i partecipanti saranno chiamati a intraprendere un percorso di formazione attiva, affiancamento e mentoring, curato dalle partnership messe in campo dal Progetto Policoro, per migliorare la proposta progettuale.
La Fiera delle Idee – ha spiegato Salvatore Forestieri – è sintesi di tutti gli elementi caratteristici dell’impegno che il Progetto Policoro porta avanti da tempo sul territorio diocesano: orientamento, accompagnamento dei giovani verso forme di auto-impiego. Attraverso la metodologia della rete e la valorizzazione di tutte quelle soggettività territoriali e associative, con le quali lavoriamo ogni giorno, ci impegniamo a dare risposte ai giovani. Quella di inventarsi un lavoro e di diventare imprenditori di se stessi, resta la migliore opportunità per entrare nel mondo del lavoro, facendo uscire ogni giovane da una condizione di bisogno occupazionale“.
La valutazione delle idee sarà affidata ad una Commissione tecnica che giudicherà e premierà tre idee/progetti, tenendo conto delle caratteristiche richieste dal regolamento. Le idee vincitrici saranno proclamate dopo il percorso di formazione attiva tra novembre e dicembre 2017.
Le prime tre idee riceveranno un riconoscimento economico di tremila euro ciascuno, la cui somma sarà erogata qualora l’idea sia formalmente costituita, entro 6 mesi dalla premiazione.
Le nuove imprese si impegneranno a sottoscrivere un codice etico aziendale ed è richiesta l’adesione alla rete di Consumo critico antiracket “Pago chi non paga” promossa sul territorio provinciale dal Comitato Addiopizzo Messina onlus che come ha sottolineato Marisa Collorà Responsabile area Cultura di Addiopizzo, “porterà avanti un modello di fare impresa secondo il trinomio legalità-responsabilità-giustizia sociale” e al Catalogo dei Gesti Concreti del Progetto Policoro.

Sorgente: La “Fiera delle idee” scommette sul territorio | ilcittadinodimessina.it

0 commenti su “Messina verso la Settimana Sociale dei Cattolici che si terrà a Cagliari | tgME

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: