“Un’intensa celebrazione” di ringraziamento quella di domenica scorsa per il 40° di ordinazione sacerdotale del vescovo di Trapani, mons. Pietro Maria Fragnelli, che si ripeterà sabato prossimo a Crispiano (Taranto) dove il presule ha ricevuto l’ordinazione il 26 giugno 1977.

Con l’occasione, mons. Fragnelli ha anche consegnato il mandato all’equipe di giovani, sacerdoti e religiose che guiderà la preparazione in diocesi del Sinodo dei vescovi indetto da Papa Francesco proprio sui giovani e il discernimento vocazionale. All’impegno per i giovani è stata dedicata la riflessione che il vescovo ha condiviso durante l’omelia, quando ha invitato a “sostenere, in questo tempo difficile, le nuove generazioni”.

Facendo riferimento al particolare momento di vita personale e diocesana, mons. Fragnelli ha detto: “Più di qualcuno mi ha chiesto: ‘Come stai? Come si vive il 40° di sacerdozio?’ Devo confessare che, da un lato, ho pensato ai vari miei compagni di classe, belle storie fatte di sogni e di conquiste, di lotte e di sconfitte! Dall’altro, il pensiero si è rivolto a tutti coloro che hanno raggiunto un simile traguardo nel matrimonio o nella vita consacrata. Come sto? Come uno che deve fare i conti con una sensazione forte di gratitudine e anche con un grande desiderio di chiedere perdono per tutto ciò che non ho fatto o non ho fatto bene”. “Ogni giorno, in questa terra – ha aggiunto il vescovo – cerco di adoperarmi affinché le nuove generazioni siano attrezzate al meglio per vivere da protagoniste le sfide dell’oggi. Ogni giorno mi sento sempre più sotto lo sguardo di Gesù Cristo, misericordia fatta carne; ogni giorno porto sotto il suo sguardo me stesso e tutte le persone affidatemi in quarant’anni di ministero consapevole che, nel gesto della lavanda reciproca dei piedi, si compie la benedizione di Dio verso tutte le famiglie della terra”.

Il vescovo ha inoltre annunciato che nell’ottobre prossimo sarà indetta la visita pastorale in diocesi e che dal prossimo mese inizierà la preparazione spirituale e organizzativa dell’evento.