Insieme alle vostre famiglie condividete il dono della vocazione al servizio nei confronti dei piccoli del nostro tempo. La vostra presenza sia monito di speranza per coloro che attendono conforto e consolazione”.

Lo ha detto mons. Vincenzo Manzella, vescovo di Cefalù, diocesi che ospita il convegno nazionale dei diaconi, al via da oggi pomeriggio ad Altavilla Milicia, in provincia di Palermo, rivolgendosi proprio ai diaconi presenti e alle loro famiglie.

La nostra regione ecclesiastica in questi ultimi anni è stata impegnata nell’accoglienza di coloro che bussano alle porte delle nostre coste. Sono tante le forme di povertà che l’avvinghiano. Voi qui siete segno di speranza, voi che tendete la mano allo sfiduciato e rialzate chi non può più risollevarsi da terra”, ha aggiunto il vescovo che ha sottolineato l’importanza della missione dei diaconi: “Continuare a lavare i piedi degli ammalati, segno prezioso del passaggio di Cristo in mezzo agli uomini”. Infine, mons. Manzella ha citato Papa Francesco ricordando quello che deve essere l’impegno principale dei cristiani: “Siamo chiamati a imitare Dio servendo gli altri: aiutandoli con amore paziente”.